giorgio.mandolesi@tiscali.it

Detrazioni per risparmio energetico


      Le detrazioni fiscali del 65% per il risparmio energetico

Le agevolazioni consistono nella detrazione fiscale sull'IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche) o sull'IRES (Imposta sul reddito delle società) e sono concesse quando vengono apportati miglioramenti alle prestazioni energetiche degli edifici esistenti. Condizione indispensabile per fruire della detrazione è che gli interventi siano eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o su parti di edifici) esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali (per l’attività d’impresa o professionale). La prova dell’esistenza dell’edificio può essere fornita dalla sua iscrizione in catasto.


La detrazione del 65%, termini temporali.


La detrazione fiscale è riconosciuta nella misura del 65% delle spese sostenute fino al 31/12/2017 per interventi su singole unità immobiliari, per acquisto e posa in opera di schermature solari (fino ad un importo massimo di 60.000€) impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati a biomasse combustibili, fino ad un importo massimo di 30.000€.

            Per quali interventi si applicano le detrazioni fiscali del 65%?


Le detrazioni fiscali del 65%, sono riconosciute per interventi che vanno a migliorare le prestazioni energetiche dell’' involucro edilizio e degli impianti di climatizzazione invernale nonché l'installazione di pannelli solari, e di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore alimentato da biomasse combustibili.


DETRAZIONE MASSIMA PER TIPOLOGIA DI INTERVENTO

Tipologia di intervento

Importo massimo detraibile

Riqualificazione energetica di edifici esistenti

100.000 €

Interventi sull'involucro edilizio (per esempio, pareti, finestre - compresi

gli infissi - su edifici esistenti)

60.000 €

Installazione di pannelli solari

60.000 €

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

30.000 €

Acquisto e posa in opera delle schermature solari elencate nell'allegato M del decreto legislativo n. 311/2006 (solo per gli anni 2015 e 2016)

 

60.000 €

Acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili (solo per gli anni 2015 e 2016)

30.000 €



Esclusioni dalle detrazioni fiscali 65%.


Non rientrano nelle detrazioni fiscali del 65% le spese effettuate in corso di costruzione dell'immobile e gli immobili di nuova costruzione.

      Chi può usufruire delle detrazioni fiscali?


Possono usufruire della detrazione fiscale del 65%, tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d'impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento. Sono ammessi in particolare:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni.
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali).
  • le associazioni tra professionisti.
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Tra le persone fisiche sono ammesse alla detrazione fiscale del 65%:

  • i titolari di un diritto reale sull' ’immobile.
  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali.
  • gli inquilini.
  • coloro che hanno un'immobile in comodato.
  • Familiari e conviventi con il detentore o il possessore dell’' immobile.

Cumulabilità con altre detrazioni.


La detrazione fiscale del 65% non è cumulabile con le altre detrazioni previste per medesimi interventi. Se gli interventi realizzati rientrano sia nelle agevolazioni previste per il risparmio energetico sia in quelle previste per le ristrutturazioni edilizie, si potrà fruire, per le medesime spese, soltanto dell' ’uno o dell' ’altro beneficio fiscale, rispettando gli adempimenti previsti per l’agevolazione prescelta.


Come accedere alla detrazione del 65%?


Per accedere alla detrazione fiscale del 65% bisogna fare riferimento a due enti diversi; L’agenzia delle entrate, per quanto concerne l’' aspetto fiscale e L’ENEA ( ente nazionale per l’' energia e l' ’ambiente) per quanto riguarda l’' aspetto tecnico legato al risparmio energetico. L' ’aspetto  fiscale si adempie al momento della compilazione del modello unico o del modello 730 compilando la sez. IV (spese per interventi di risparmio energetico detrazione del 65%) dei rispettivi modelli.
Detrazioni_fiscali_unico




Detrazioni_fiscali_730







L’aspetto tecnico legato al risparmio energetico si risolve trasmettendo  all’ENEA entro 90 giorni dalla fine lavori la seguente documentazione:
  • copia dell’attestato di certificazione o di qualificazione energetica.
  • la scheda informativa, relativa agli interventi realizzati.
La data di fine lavori, dalla quale decorre il termine per l’invio della documentazione all’ENEA, coincide con il giorno del cosiddetto “collaudo” (e non di effettuazione dei pagamenti). Se, in considerazione del tipo di intervento, non è richiesto il collaudo, il contribuente può provare la data di fine lavori con altra documentazione emessa dal tecnico che compila la scheda informativa. Non è ritenuta valida, a tal fine, una dichiarazione del contribuente resa in sede di autocertificazione.